Kappa Di Picche

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

CITTADINANZA IN VENDITA

Non stampano euro, mai i passaporti sì
Una risoluzione del Parlamento Europeo ha dichiarato che la cittadinanza dell’Unione Europea non dovrebbe essere messa in vendita per nessun prezzo (la trovate qui).

Sì, nell’ Unione Europea si è arrivati a fare commercio anche con la cittadinanza, ma stavolta la crisi non c’entra.

La risoluzione è la risposta europea al governo di Malta, che ha deciso di vendere la cittadinanza dello scoglio in mezzo al Mediterraneo alla modica cifra di 650.000 euro.

Nella risoluzione, i deputati del Parlamento Europeo hanno espresso preoccupazione al pensiero che altri Stati membri dell’Unione intendano vendere la cittadinanza del loro Paese. I cittadini degli Stati membri della UE diventerebbero automaticamente anche cittadini di tutta l’Unione Europea e, qalora la prassi di vendere la cittadinanza dell’Unione (anche se a caro prezzo) si diffondesse, essa non avrà più alcun senso. La risoluzione, approvata 560 voti contro 22 (con 44 astensioni), ha sancito che la cittadinanza dell’unione dei 28 Stati europei ha un valore inestimabile, che “non può avere un prezzo determinato” e ha chiamato anche la Commissione Europea a stabilire se la cittadinanza in vendita rispetti gli schemi, le norme e lo spirito dei trattati.

Ma il primo ministro maltese Joseph Muscat, nel corso di una recente conferenza stampa, ha detto di non sentirsi affatto colpito dalla risoluzione del Parlamento Europeo e ha promesso di andare avanti sulla sua strada.

«Abbiamo preso atto di quanto è stato detto. Ora andiamo avanti»

Secondo Muscat il governo aveva già ricevuto un certo numero di domande da parte di persone interessate ad acquistare la cittadinanza anche a 1.150.000€ (quasi il doppio del progetto iniziale), e ha giustificato la sua scelta dicendo:

«il mio governo è stato eletto per governare nell’interesse nazionale. È stato eletto per portare avanti il ​​cambiamento ed elevare gli standard di vita»

Il governo maltese si aspetta di poter raccogliere almeno un miliardo di euro attraverso questa scandalosa idea. Il Parlamento Europeo, nel suo incredibile acume e nella sua sconfinata saggezza, ha fatto notare che la nuova politica non porterà alcun beneficio ai cittadini maltesi, perché coloro che acquistano la cittadinanza maltese non sarebbero tenuti a pagare le tasse se non vivono a Malta.

Come al solito sono intelligentissimi, furbi come una volpe.

Una “nazione” piccolissima come Malta, che con i suoi 416.000 abitanti ha una popolazione di poco superiore a quella del VII Municipio di Roma, trarrebbe un enorme beneficio anche “solo” da quel miliardo di euro ottenuto vendendo le sole cittadinanze, senza contare che gli introiti derivanti dai molti benefici fiscali che potrebbe offrire ai vari milionari che sceglieranno di stabilire la propria residenza formale (tanto, potranno andare ovunque) nell’adorabile roccia maltese. Se questa pratica diventasse una prassi, ogni anno ci sarebbero grossi introiti, più che sufficienti a garantire al bilancio maltese quella che per uno stato così piccolo è una grossa fonte di entrate. L’unica discriminante è che una volta sdoganata questa procedura, inizierebbero a farlo tutti e l’Unione Europea diventerebbe un luogo dove le nazioni in crisi (e non) fanno a gara per prostituire il documento di cittadinanza vendendolo all’asta.

Questa Unione Europea diventa sempre peggiore, una cosa del genere non la ritenevo neanche possibile e non voglio immaginare che davvero sia possibile arrivare alla vendita di cittadinanze, SPERO che questa scemenza criminale venga fermata il prima possibile, ma anche solo il fatto che si sia arrivati al punto di pensarlo la ritengo una cosa oscena. A quanto ne so, cose simili le fanno alcuni turbolenti stati africani (o di altri luoghi del terzo mondo) con i criminali internazionali che si rifugiano in qualche improbabile dittatura o pseudo-repubblica dei luoghi più martoriati del pianeta, ma almeno hanno la (in)decenza di farlo sporadicamente e sotto banco, non la ergono certo a prassi legale.

La cittadinanza europea consente la libera circolazione e la residenza in tutta la UE, e permette di ottenere più facilmente il visto per gli Stati Uniti e gli altri paesi occidentali, è un bene prezioso, non ha un valore in denaro. Il fatto che un sasso dove vive una popolazione pari a quella di qualche quartiere di qualsiasi capitale europea arrivi a inventarsi la libertà di fare commercio della sua cittadinanza in virtù del plus-valore dovuto all’appartenenza alla UE la dice lunga sull’infimo valore di questo progetto europeo che non incute nessuna passione e nessun rispetto in chi ne fa parte e ormai è sempre più arenato un una triste retorica autocelebrativa ormai priva di un qualsiasi senso del reale.

Postato da: @FedericoNero

Un commento su “CITTADINANZA IN VENDITA

  1. Pingback: Zhayin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Questo Non è Un Blog

« Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole si sappia; il resto è propaganda. » — Horacio Verbitsky

Dieci righe

il blog di Eugenio Cipolla

A scuola con Matilde

Apprendimento, DSA, yoga per bambini e.... tutto ciò che mi appassiona

@lemasabachthani

a trader's “cahier”

Il Contagio

[del conflitto generazionale e di altri futuri possibili]

L'orizzonte degli eventi

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

Voci dalla Germania

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

Goofynomics

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

Kappa Di Picche

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: