Kappa Di Picche

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

LE PAROLE DELLA CRISI: INEVITABILE

euro

L’introduzione dell’euro ricordata in una macelleria francese (fonte: The Guardian)

Quando tra qualche decennio gli storici racconteranno la crisi dell’eurozona, oltre alle scelte politiche ed economiche folli, ai bugiardi, agli ipocriti, ai sognatori, ai gatekeeper, dovranno ricordare la fioritura di un nuovo dizionario.

La neolingua eurista ed europeista ha la stessa funzione che ha l’euro nei confronti della sovranità nazionale: ne lascia intatta la forma ma la svuota di potere e contenuto.

Così dopo i celeberrimi sostantivi “ripresa” e “austerità“, e l’aggettivo preferito da Mario, pescando negli articoli del Guardian abbiamo trovato l’ennesimo significante il cui significato è andato perduto nella retorica propagandistica dell’UE vista come bene in sé.

Era il 2 Gennaio del 2002 e il Guardian faceva uscire un articolo dal titolo:  “L’ Euro è INEVITABILE per il Regno Unito”.

Rileggerlo dopo 12 anni, mentre l’Inghilterra ragiona sulla possibilità di un referendum per uscire addirittura dall’UE, fa molto ridere e forse dà anche la cifra di quanto alcune “previsioni” possano esser state orientate da interessi particolari.

Riportiamo di seguito i passaggi principali dell’articolo:

…Il ministro europeo, Peter Hain, ha affermato che per la sterlina la coesistenza indefinita accanto alla nuova moneta europea sarebbe stata non sostenibile

…Ma c’è una crescente convinzione in ambienti governativi che, sulla base del successo del lancio dell’euro, Blair vorrebbe indire un referendum il prossimo anno (2003!) , e il Foreign Office sta supportando tale decisione…

Ancora Hain:

…”L’euro adesso è reale. Cesserà di essere una fonte di miti, pregiudizi, fantasie e paure e diventerà una realtà giornaliera. Ciò permetterà alle persione di prendere decisioni sensate sull’euro, cosa che io invoglio a fare”…

L’euro era già visto come un bene in sé

…”La domanda sempre più pressante per i cittadini britannici è se noi vogliamo essere lasciati ancora indietro come siamo stati significativamente in Europa”…

Con una punta di nazionalismo

…”Noi possiamo essere una potenza dominante, come siamo già, ma se vogliamo essere davvero una potenza dominante, è difficile immaginare come potremmo esserlo decidendo di tenerci fuori per sempre dalla moneta unica”…

Invece David Davis, l’allora leader dei conservatori, sosteneva che:

“Il fatto che stanno cercando di cavalcare la tesi dell’inevitabilità dimostra effettivamente quanto sia debole la loro posizione è che non ci siano argomenti più forti”

Come sempre la verità spunta fuori, questa volta dalle parole di Pierre Moscovici, attuale Ministro delle Finanze del governo Hollande:

“L’ambizione di Tony Blair era che l’Ingilterra avesse una leadership in Europa e io credo che sia impossibile conseguire tale leadership quando non si è presenti nella principale realizzazione politica, che è l’euro.

Interessanti risultano anche le dichiarazioni del Tesoro britannico che afferma che i Paesi Europei:

 “partono da diversi punti di partenza nella gara per acquisire alti livelli e di produttività e di occupazione”.

Il report del tesoro, inviato all’UE nega la possibilità di stabilire un tasso di cambio target sterlina/euro, suggerendo che l’esperienza insegna che i target

 “portano ad una minore stabilità , non maggiore , nel medio periodo”.

Postato da: @spud85

3 commenti su “LE PAROLE DELLA CRISI: INEVITABILE

  1. Pingback: Roland Marcoli – A cosa servono le leggi ed i giudici

  2. Pingback: L’Italia si va disfacendo mese dopo mese | Kappa Di Picche

  3. Pingback: A cosa servono le leggi ed i giudici | COMITATO EUROEXIT

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 26 gennaio 2014 da in Pude, Traduzioni con tag , , , , , , , , , , .
Questo Non è Un Blog

« Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole si sappia; il resto è propaganda. » — Horacio Verbitsky

Dieci righe

il blog di Eugenio Cipolla

A scuola con Matilde...

...diario di una mamma yogini...in cammino...

@lemasabachthani

a trader's “cahier”

Il Contagio

[del conflitto generazionale e di altri futuri possibili]

L'orizzonte degli eventi

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

Voci dalla Germania

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

Goofynomics

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

Kappa Di Picche

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: