Kappa Di Picche

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

DI “PICCINERIE” ESTIVE, CLAMOROSI DIETROFRONT E ALTRE INDECENTI AMENITÀ.

20140822-143518-52518408.jpg

22/08/2014

L’estate volge al termine e Kappa di Picche è stato pigramente improduttivo.
Tuttavia noi autori non siamo rimasti mai completamente inattivi ,ma abbiamo seguito con apprensione e attenzione l’evolvere degli eventi con lunghe e appassionate discussioni. (Come ben sa chi ci segue su Twitter e Facebook)
Ricapitoliamo quindi le grandi “peeeerle” di questa folle estate, probabilmente molte sono passate inosservate ai più, ma chi segue il dibattito sa bene che ci sono stati segnali decisamente inquietanti ed allo stesso tempo interessanti (sicuramente dal punto di vista neurologico).
A gennaio scrissi un post “Italia Game Over” in merito alla disastrosa situazione economica del nostro paese. A maggio finite le Europee ho condiviso con tutti lo scenario peggiore.
Purtroppo le cose stanno andando MOLTO peggio…
Avanti così.
Ovviamente non c’è nessuna pretesa di insegnare nulla, condivido con voi un amaro riepilogo di questa estate non ancora trascorsa.
Rivediamo insieme gli highlights di questa instabile stagione.

Riforma del senato: per chi avesse vissuto fuori dal sistema solare o ben nascosto sotto ad un sasso, vale la pena ricordare quello che è accaduto in merito a questa porcata riforma costituzionale.
Maria Elena Boschi (di cui abbiamo foto) image
che da novella Nilde Iotti ha attuato con il candore e la spensieratezza della sua gioventù una delle riforme costituzionali potenzualmente più devastanti che siano mai state fatte.
Il Senato è stato riformato, ora è composto da 100 membri non eletti direttamente dai cittadini ma selezionati tra Sindaci e consiglieri regionali. Scompaiono anche i senatori a vita, sostituiti da senatori di nomina presidenziale in carica per 7 anni.
I 100 senatori saranno così ripartiti: 74 consiglieri regionali, 21 Sindaci, 5 personalità illustri nominate dal presidente della Repubblica. Saranno i Consigli regionali a scegliere i senatori, con metodo proporzionale, fra i propri componenti. Inoltre le regioni eleggeranno ciascuna un altro senatore scegliendolo tra i sindaci dei rispettivi territori, per un totale, quindi, di 21 primi cittadini che arriveranno a Palazzo Madama. La ripartizione dei seggi tra le varie Regioni avverrà “in proporzione alla loro popolazione” ma nessuna Regione potrà avere meno di due senatori. La durata del mandato di questi ultimi sarà di sette anni e non sarà ripetibile. Andranno quindi a sostituire i senatori a vita e saranno scelti con gli stessi criteri: “cittadini che hanno illustrato la patria per i loro altissimi meriti”.

I senatori non saranno più eletti direttamente dai cittadini; si tratterà invece di una elezione di secondo grado che vedrà approdare in Senato sindaci e consiglieri regionali…

Daje a ride!
Praticamente un premierato assoluto, sapete le riforme tanto care a Berlusconi? ( tanto per citare un personaggio di passaggio che non ha avuto la brillante intuizione di tesserarsi al Pd.)
Ecco. Una cosa del genere!
È pura logica Piddina “va bene fare quello che vuole Berlusconi, purché non lo faccia Berlusconi.”

Ovviamente questa fantastica riforma va inserita in un’ottica in cui brevi manu verrà approvata una legge elettorale vergognosa (Italicum che molto probabilmente verrà leggermente modificato dopo un po’ di dovuto e sentitamente indignato braccio di ferro). Unite le due cose e abbiamo ipso facto un premierato assoluto.
Lo strumento perfetto e che torna decisamente molto utile per chiunque abbia ambizioni di governo.
È un bene?
Assolutamente no.
In questo modo qualsiasi pazzo di passaggio che riesca ad avere una maggioranza è praticamente messo nella condizione di fare quello che vuole.

Tutti quei meccanismi che i padri fondatori ,nei loro nobili intenti e dopo tristi esperienze storiche, avevano deciso di mettere per tutelare e garantire la tenuta democratica del nostro paese e per difendere strenuamente la Costituzione della Repubblica Italiana sono stati rimossi.
La democrazia vista come intralcio dal potere.
Brutto e pericoloso.
Specialmente se si pensa che a promuovere questo è stato un governo di Sinistra…
Inoltre in questo modo si allontana ancora di più il comune cittadino dalla politica, in precedenza chiunque in possesso dei requisiti avrebbe potuto quantomeno pensare di aspirare ad uno scranno in Senato, possibilità che ora gli è di fatto preclusa.
I protagonisti di questo scempio sono personaggi ai quali non farei gestire un condominio. Nel silenzio delle masse e con la complicità dei principali mezzi di informazione gli abbiamo lasciato mettere mano alla Costituzione.

La deflazione:

20140822-162642-59202045.jpg

Sorprendentemente si scopre che la crescita e la ripresa tanto sbandierate dal governo Renzi e dai suoi illustri predecessori non siano altro che chiacchiere. Le slide, i 10 punti, innumerevoli interviste e panzane varie…
E nessun giornalista televisivo che chieda pubblicamente conto di tutte le lievi imprecisioni dette finora.

20140822-164641-60401253.jpg

Siamo in piena deflazione, la crescita é un miraggio e folli politiche di austerità non hanno fatto altro che aggravare la situazione, ma ormai lo abbiamo capito e lo sappiamo, ma evidentemente certi clamorosi proclama devono pagare un alto dividendo politico perché sono 6 anni che continuano a tergiversare ripetendo le stesse cose.

image

Ah! Inoltre in questa piovosa e placida estate tra le altre cose si è palesato il fatto che (come ampiamente detto più e più volte in precedenza da Goofy) la Germania sta segando il ramo sui cui siede. La fiducia delle sue imprese e gli ordini industriali hanno subito un brusco arresto.

20140822-192431-69871610.jpg

I clamorosi dietrofront, Tabellini e Zingales:
Come previsto cominciano i clamorosi dietrofront,
image

il mainstream è in rapidissima evoluzione e visto lo spessore di certi personaggi tra non molto saremo noi gli ultimi euristi. Del resto Mario Draghi avrebbe proprio bisogno di un elicottero… image

Incontro Renzi-Draghi:
Dopo aver letto e sentito numerose ragliate sul doppio bazooka della BCE (“erdoppiobazzukadaabiccie!”)
image

non ci si può dimenticare del piacevole incontro estivo tra il nostro premier e il presidente della Banca Centrale Europea.
Curioso osservare come il nostro giovane presidente del consiglio che tante parole ha speso relativamente a trasparenza, streaming e altre facezie abbia voluto mantenere il più stretto riserbo su un incontro tanto importante.
Quanti inutili allarmismi, “ci governerà la Troika!” ,ma guardate che lo sta già facendo.image

Come dimenticare la dichiarazione assolutamente comica del nostro caro premier? “Non prendo ordini dalla Troika” e dopo qualche ora “rispetteremo il vincolo del 3%” (con un gettito fiscale ed un pil visto al ribasso?Auguri!) Ma del resto per il giovin Matteo tanto é uguale…
image

Alla luce del sole e sotto gli occhi di tutti, si stanno mettendo in pratica strategie letali a breve termine. Mario Draghi ha ormai esaurito la sua funzione, può essere comodamente sostituito da Weidmann e forte della sua esperienza europea potrà tranquillamente ambire al Quirinale.
Le riforme che per Padoan avranno effetto a partire dal 2016:
Il nostro caro ministro dell’economia dopo aver abbandonato un certo stile e rigore accademico deve essersi piegato a proclami e slogan di bassa lega.
Inutile nasconderlo si è serenamente adeguato alla vulgata e lo si è capito da numerose dichiarazioni “le riforme stanno funzionando, ma i loro effetti si vedranno a partire dal 2016” nel frattempo Settembre si avvicina e le coperture scarseggiano. Ovviamente “non ci sarà nessuna manovra aggiuntiva” ma c’è qualcuno sano di mente e di corpo che possa realisticamente credere ad una eventualità del genere?
Mancano circa 20 miliardi di Euro e l’INPS è al collasso

image

Ci aspetta un’autunno sinistramente interessante…
Mettendo in fila tutti i pezzi di questo orribile puzzle non rimane che parafrasare la citazione preferita di un caro amico… (Federico Nero)

“It’s adorable just how wrong THEY are…”

Rimaniamo sempre allo steso posto, in una trincea con vista fiume aspettando l’inevitabile.

N.b.
Il noto giornalista televisivo Giovanni Floris è passato a La7, la conduzione di Ballarò andrà a Massimo Giannini (già penna di La Repubblica)
Quando si dice il pluralismo dell’informazione…

Postato da: @kapparar

Un commento su “DI “PICCINERIE” ESTIVE, CLAMOROSI DIETROFRONT E ALTRE INDECENTI AMENITÀ.

  1. Pingback: DI “PICCINERIE” ESTIVE, CLAMOROSI DIETROFRONT E ALTRE INDECENTI AMENITÀ. - Blog-VoxPopuli | Blog Economia | Blog Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 22 agosto 2014 da in Austerità, Italia con tag , , .
Questo Non è Un Blog

« Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole si sappia; il resto è propaganda. » — Horacio Verbitsky

Dieci righe

il blog di Eugenio Cipolla

A scuola con Matilde...

... apprendimento, DSA, Yoga per bambini, catechismo

@lemasabachthani

a trader's “cahier”

Il Contagio

[del conflitto generazionale e di altri futuri possibili]

L'orizzonte degli eventi

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

Voci dalla Germania

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

Goofynomics

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

Kappa Di Picche

“Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: